WSOP 2017: field pazzesco nel $5.000! Agnelli Musta, Martino, Butteroni e Treccarichi al Day 2

CONDIVIDI:

WSOP 2017: field pazzesco nel $5.000! Agnelli Musta, Martino, Butteroni e Treccarichi al Day 2

Max Silver ha messo la sua firma sulle World Series Of Poker. Il professionista inglese era il grande favorito al Day 3 dell’evento Limit Hold’em 6-max grazie al monster stack con cui si presentava al final day, e non ha deluso le aspettative. Poche ore prima del suo successo, era arrivato quello di Chris Bolek nell’evento Bounty da $1.500 di buy-in. Anche per lo statunitense si è trattato del primo braccialetto.

Nella giornata appena conclusa nelle sale del Rio, tutti i riflettori erano però puntati sull’evento #56 ($5.000 No-Limit Hold’em), che vedeva ai nastri di partenza tantissimi noti professionisti, tra cui diversi italiani. Scopriamo subito cosa è successo alle WSOP 2017 di Las Vegas.

WSOP 2017 event #56: $5.000 No-Limit Hold’em

L’evento #56 delle WSOP 2017 ha attirato un gran numero di top player di fama internazionale, molti dei quali sono riusciti a superare la prima giornata. Nel corso del Day 1 sono stati versati 623 buy-in da $5.000, per un montepremi finale di $2.896.950 e una prima moneta di $618.285.

Al Day 2 si qualificano in 306, con il veterano argentino Nacho Barbero nel ruolo del chipleader grazie a uno stack di 230.000 chips. Alle sue spalle David Coleman e Carlos Chang, oltre a una lunga sfilza di nomi noti.

Michael “The Grinder” Mizrachi

Tra i giocatori che ritroveremo al Day 2 segnaliamo Juha Helppi (4°), Matt Berkey (7°), Michael Mizrachi (10°), Olivier Busquet (11°), Jason Mercier (16°), Mike Watson (18°), Conor Beresford (19°), Jonathan Little (42°), Nick Schulman (43°), Kelly Minkin (44°), Ari Engel (51°), Martin Staszko (71°), Calvin Anderson (75°), Matt Affleck (84°), Jeff Gross (143°), Dzmitry Urbanovich (147°), Cate Hall (161°), Paul Volpe (194°), Ivan Luca (217°), Maria Ho (229°) e Davidi Kitai (232°).

Curiosamente, sono in corsa due note coppie del poker internazionale: i Mercier (Jason e Natasha) e la coppia argentina Ivan Luca e Maria Lampropulos.

Per quanto riguarda gli italiani, sono quattro i nostri connazionali ad aver superato il Day 1. Il migliore è Donis Agnelli, che ha chiuso con una ottima 5° posizione. Seguono Mustapha Kanit (82°), Fiodor Martino (131°), Federico Butteroni (150°) e Walter Treccarichi (165°). Dopo il Big One da $111.111, Musta ha saltato quasi tutti gli eventi centrali delle WSOP 2017, per tornare ora e qualificarsi subito al Day 2 di questo importante torneo.

Walter Treccarichi con Mustapha Kanit, entrambi al Day 2

La top 10 dopo il Day 1:

  1. Nacho Barbero Capital Federal, , AR 230,300
  2. David Coleman Livingston, NJ, US 205,200
  3. Carlos Chang Taipei, TW 197,600
  4. Juha Helppi HELSINKI, , FI 193,200
  5. Donis Agnelli IT 184,600
  6. Pete Chen TW 170,000
  7. Matt Berkey LAS VEGAS, NV, US 165,500
  8. Raymond Langbraaten Alversund, , NO 158,700
  9. Julian Stuer ROSENHEIM, DE 157,600
  10. Michael Mizrachi Hollywood, FL, US 148,900

WSOP 2017 event #50: $1.500 No-Limit Hold’em Bounty

Il torneo Bounty era stato fermato ieri con cinque giocatori rimanenti perché si era superata la soglia delle 10 ore di gioco nel Day 3. Come abbiamo riportato, in questa fase il super chipleader era Bryan Emory grazie ai 6.1 milioni di chips con cui si presentava al tavolo. L’unico che sembrava impensierirlo era James Gilbert, secondo con 3.3 milioni. Wang, Bolek e Peters ripartivano molto short, con circa 14 big blind a testa.

Poco dopo lo shuffle-up and deal c’è stata l’eliminazione di Zhaoxing Wang, che ha messo tutto con A-9 ma non è riuscito a superare l’A-10 di Gilbert. Successivamente è stato Chris Bolek a eliminare dal torneo Tobias Peters con una coppia di Jack che ha avuto la meglio su A-10.

 

Stanco di perdere? Entra nel Team di Pokermagia! Staking e Coaching gratuito per te. Fail il test ora!

betsense
Rimasti in tre, Bolek ha immediatamente trovato il double-up: sul board Q-5-2-9-K ha chiamato lo shove di Gilbert con il nuts, ovvero J-10. Il suo avversario aveva un misero K-8. Bolek è salito a oltre 7 milioni prendendosi la chiplead, mentre Gilbert è sceso a 2.5 milioni.

Poco dopo, quest’ultimo si è giocato tutto preflop con Q-J ma ha trovato l’immediato call del solito Bolek con Q-Q. Per James Gilbert una terza posizione da $119.479.

L’heads-up iniziava con Bolek in netto vantaggio su Emory: 11.7 milioni per il primo, 2.75 milioni per il seconcdo. La gerarchia non è stata ribaltata: dopo un paio di mani, Emory si è giocato tutto con A-4s e ha trovato il call del suo ultimo avversario con 8-8. Sul board sono state girate 10-9-5-Q-2 e Chris Bolek ha potuto esultare per il suo primo braccialetto WSOP in carriera.

Il payout al final table:

  1. Chris Bolek United States $266,646
  2. Bryan Emory United States $164,735
  3. James Gilbert United States $119,479
  4. Tobias Peters Netherlands $87,516
  5. Zhaoxing Wang United States $64,746
  6. Govert Metaal Netherlands $48,386
  7. Thomas Lutz United States $36,530
  8. Richard Dubini Argentina $27,865
  9. Dan Sindelar United States $21,477

WSOP event #52: $3.000 Limit Hold’em 6-max

Il torneo di Limit Hold’em 6-max da $3.000 è stato uno dei meno popolari alle WSOP 2017. Ci sono stati 256 iscritti per un montepremi di $691.200 e una prima moneta da $172.645. Con questi numeri, un professionista che si trova al final day non può che puntare almeno a un piazzamento sul podio. Questo era l’obiettivo di Max Silver, che alla fine è riuscito a centrare il bottino pieno.

Il professionista inglese ripartiva al Day 3 con la chiplead e l’unico stack sopra il milione di chips. A 7 left aveva il 25% delle chips in gioco, e non ha tradito le attese: ha gestito nel migliore dei modi il suo big stack, ha eliminato due avversari e si è presentato all’heads-up finale con 2.8 milioni di chips rispetto alle 900.000 di Guowei Zhang.

L’heads-up è durato poco meno di trenta mani e si è concluso quando Zhang, ormai cortissimo, ha messo tutto con 8-3 sul board 5-8-J-4. Silver ha chiamato con K-10 a caccia di out, e al river ha trovato proprio un K che gli ha consegnato il primo braccialetto WSOP in carriera.

Il payout al final table:

  1. Max Silver United Kingdom $172,645
  2. Geowei Zhang United States $106,694
  3. Mickey Craft United States $69,789
  4. Ayman Qutami United States $46,871
  5. Lena Wang United States $32,345
  6. Georgios Kapalas Greece $22,952

The post WSOP 2017: field pazzesco nel $5.000! Agnelli Musta, Martino, Butteroni e Treccarichi al Day 2 appeared first on Assopoker.

Redazione Assopoker

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Specify Facebook App ID and Secret in Super Socializer > Social Login section in admin panel for Facebook Login to work

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com