Sonia Cosanni: “Tra uomo e donna non esistono differenze nel poker. Field di People’s nei Velox? Agevole”

CONDIVIDI:

Sonia Cosanni: “Tra uomo e donna non esistono differenze nel poker. Field di People’s nei Velox? Agevole”

Sonia Cosanni è una grinder di Pokermagia Spin. Ha provato dal luglio 2017 a scalare i livelli dei Velox di People’s Poker partendo dal basso. Dopo le iniziali difficoltà ai €5  (“ho fatto una bella gavetta” ammette), “CandyCash” non ha mollato ed alla fine i risultati sono arrivati. Vince con costanza ed in poco tempo è passata dai €10 ai €20. C’è da dire che è stata anche fortunata e abile ad aggiudicarsi tre Velox con prize-pool importanti ma la sua ascesa è sotto gli occhi di tutti. Sonia ha iniziato parecchio fa ad appassionarsi al poker ed ora sembra aver trovato la sua strada.

Candy Cash in action ai tavoli di People’s Poker

Ciao Sonia, puoi raccontarci la tua storia pokeristica in sintesi? Come hai conosciuto il poker e quando hai iniziato a giocare?

Nel 2010 Ho cominciato a giocare a soldi finti per puro caso, a malapena sapevo le regole, poi sono passata ai freeroll. Nel frattempo ho scoperto i forum di poker e da quel momento mi si è aperto un mondo: ho scoperto che il poker non è solo un gioco di fortuna ma soprattutto è di abilità.

Da quel momento è cambiato qualcosa in te e nel rapporto con il poker?

Da autodidatta mi sono messa a giocare Sit & go e tornei ai microlimiti, non ho ottenuto grandi risultati. Diciamo che mi sono tolta qualche piccola soddisfazione e comunque per me il poker era più un divertimento, una passione come un’ altra.

Cosa ti ha spinto a provare a grindare gli Spin and Go e di farlo con Pokermagia?

Sapevo che in PM insegnavano coach che per me erano dei miti: Ruggeri, Voconi, Gioriz. Io non avevo mai studiato in modo approfondito la materia e non volevo farmi sfuggire questa occasione di imparare da dei professionisti, con tanta esperienza alle spalle. Volevo mettermi alla prova ed eccomi qui.

20€ FREE CON DEPOSITO DI SOLI 5€ su NewGioco, per giocare a Poker, Scommesse o Casinò. Registrati ora da questo link!
È un’esclusiva Assopoker!

Hai appena fatto level up su People’s: è stato facile battere i livelli precedenti? Com’è il field di People’s?

Ho cominciato questo percorso a Luglio 2017 e non è stato per niente facile, ho fatto una bella gavetta ai €5 di People’s. Ho dovuto fare un reset di tutto quello che avevo imparato in precedenza e ancora adesso devo combattere con la mia tendenza a giocare nitty. Ma tutto questo mi ha dato lo stimolo a migliorare.

Dai €10 ai €20 di People’s il passo è stato breve anche perché, a parte qualche abitué, il field è veramente agevole e non c’e’ molta differenza tra i due livelli.

In questi mesi di grinding con Pokermagia qual è stato il consiglio più prezioso che hai ricevuto e quello che hai imparato ai tavoli, sul campo?

Noi interagiamo tutti i giorni  con i nostri coach, sia live sia via chat e se posso, cerco di non mancare mai a una lezione. Fabrizio “charlaz” Carella (che segue il nostro gruppo di People’s) è il coach che più di tutti mi ha trasmesso la passione per questa disciplina. E’ grazie ai suoi “rimproveri” che non ho mollato alle prime difficoltà. Quello che ci dice sempre è di giocare sereni, anche nei momenti più duri, solo con la serenità riusciamo a performare meglio e vincere ai tavoli.

Quali sono stati i moltiplicatori più alti ed i montepremi? Li hai mai vinti?

Ho vinto due Velox da €3000 quando stavo ai €5 e uno da €1000 pochi giorni fa.

Cosa vuole dire per una donna vivere in un mondo prevalentemente maschile come il poker?

All’ inizio ero un po intimorita dal fatto di essere una delle poche donne a giocare per PM, ma erano tutte preoccupazioni infondate. Sono un player come un altro, uomo o donna non fa differenza.

Cosa fa veramente la differenza nel poker?

La differenza la fa l’ambizione e l’impegno che si vuole mettere per raggiungere un obbiettivo, ma questo vale in tutti i campi, non solo nel poker.

Hai voglia di dare un consiglio per chi inizia a giocare i Sit Lottery oggi?

Sono ancora una rookie in questa disciplina, l’ unico consiglio che mi sento di dare è quello di non improvvisare. Se si parte da zero meglio affidarsi ad una scuola o a un coach che ha giocato e studiato a fondo gli Spin & go e il suo field.

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti anche...

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com