Simone Speranza da record: vince il suo secondo IPO, incassa 150.000€ e il Platinum Pass!

CONDIVIDI:

Simone Speranza da record: vince il suo secondo IPO, incassa 150.000€ e il Platinum Pass!

Un alieno tra gli umani: Simone Speranza si conferma come difficilmente battibile a questi livelli e vince per la seconda volta l’Italian Poker Open. Si tratta di un record, poichè nessuno era mai riuscito ad aggiudicarsi due edizioni dell’IPO. Un primato figlio di un dominio pazzesco e anche di una indiscutibile run. Ma quando si vince come ha fatto il player monzese quest’oggi, il dubbio che la run sia solo una delle componenti è molto forte.

Simone Speranza partiva da secondo di undici left, prima del final day. Più in alto di lui c’era solo Nicola Angelini, giocatore giovane e molto forte, che contribuiva a rendere il giorno decisivo dell’IPO by PokerStars qualcosa di importante. Insieme a questi due c’era un top player di ritorno dopo tanto tempo, come Gianluca Bernardini, ma anche un altro cavallo di razza come Marcello Miniucchi. Anche Guido Presti si conferma competitivo a questi livelli, dopo il secondo posto centrato al PPTour Nova Gorica. Luciano Longhitano, ex supernova elite su PokerStars, era un altro di quelli da tenere d’occhio.

Un final day senza Speranza…per gli altri

La giornata parte all’insegna di Speranza, che ingaggia una battaglia a distanza con Angelini, chipleader dell’altro tavolo, per il comando del torneo. Dopo l’uscita di Marino Ferrara in decima posizione ci si riunisce in un unico tavolo, mentre dopo l’eliminazione di Rocco Pandiscia in nona piazza, ancora ad opera di Simone Speranza, si parte con il final table ufficiale e il live streaming.

Speranza vs Angelini: la svolta

Il chipleader continua a dettare la sua legge, ma la svolta probabilmente arriva in un colpo giocato contro Angelini. Un 3-bettato in cui Simone floppa scala nuts e Nicola doppia coppia. Il backdoor di scala e colore tra turn e river stimola ulteriormente l’azione, inducendo in errore Angelini.

Il colpo sposta ancora una volta gli equilibri dalla parte di Speranza, che così diventa fanta-chipleader a quasi 32 milioni. Il più vicino è Guido Presti a 8 milioni, ma non è certo il tipo di giocatore che ama prendere il comando del tavolo. Tutti gli altri – compresi i velenosi Bernardini e Miniucchi – ben sotto i 6 milioni. Difficilmente si potrebbe immaginare una situazione più ideale, per Simone Speranza. Infatti il tavolo procede totalmente sotto il suo controllo.

Ciao Pokerbern

Poi ci si mette anche la fortuna, che fa pescare un 9 al turn nello showdown che poteva dare respiro a Gianluca Bernardini, partito al 70% preflop con asso dieci contro asso nove. Lo stesso abruzzese, tuttavia, era stato fortunato in precedenza contro Longhitano, out KK vs AQ e asso sul flop. Tutto concorre a candidare in maniera sempre più convinta Simone Speranza al suo IPO-bis.

Registrati a PokerStars.it e gioca subito a SuitRace!

Miniucchi la sfanga

In tutto questo si era inserito di prepotenza Marcello Miniucchi. Il marchigiano, sempre imperturbabile al tavolo, trova uno showdown fortunato contro il povero Guido Presti, che aveva settato i suoi 77 su flop AQ7, ma si vede superato da una scala runner runner disegnata da turn K e river 10. Miniucchi ne approfitta e si accomoda al secondo posto nel count.

I due outsider del tavolo finale, Gianluca Bonanni e Pasquale Pulicari, giocano una sorta di playoff per il terzo posto vinto da quest’ultimo con un asso al river. Poi i sogni di gloria d Pulicari si infrangono contro l’imbattibile Speranza, che chiude colore al turn facendosi pagare fino in fondo dalla top pair di Pasquale. Siamo all’heads up, non proprio equilibratissimo:

Heads up

L’inerzia è tutta dalla parte di Simone Speranza, con Miniucchi che cerca qualche spiraglio da colpire nella corazza dell’avversario, ma invano. Un ulteriore colpo alla fiducia e allo stack di Marcello viene dato da un bluff sul river di Speranza

Miniucchi non riesce a trovare le contromisure, anche perché dall’altra parte c’è una macchina da guerra che quasi non concede chance. Si arriva così all’epilogo: allin preflop 55 vs Q5 con il chipleader che parte avanti. Finisce così:

Simone Speranza si aggiudica l’IPO by PokerStars, il secondo IPO in carriera dopo quello di due anni fa. Il player brianzolo si assicurao 150.000€ e un Platinum Pass del valore di 30.000$. Piazza d’onore da 85mila euro per Marcello Miniucchi, vittima di un destino da runner up: due volte secondo all’IPT, quindi all’ISOP 2014 e anche in questo IPO.

Payout final table

  1. Simone Speranza 150.000€ + Platinum Pass
  2. Marcello Miniucchi 85.000€
  3. Pasquale Pulicari 65.000€
  4. Gianluca Bonanni 50.000€
  5. Gianluca Bernardini 40.000€
  6. Guido Presti 32.000€
  7. Nicola Angelini 25.000€
  8. Luciano Longhitano 20.000€
  9. Rocco Pandiscia 16.000€

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti anche...

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com