EPT Montecarlo Main Event: il cinese Wei Huang sfiora l’impresa. Vittoria per Manig Loeser che incassa €603.777 con deal!

CONDIVIDI:

EPT Montecarlo Main Event: il cinese Wei Huang sfiora l’impresa. Vittoria per Manig Loeser che incassa €603.777 con deal!

E’ stata una maratona, durata oltre 15 ore, ma il PokerStars and Monte-Carlo®Casino European Poker Tour, edizione 2019, ha finalmente il suo vincitore. Alle 4:00 di questa mattina, il tedesco Manig Loeser ha potuto sollevare il trofeo per il primo posto nel Main Event e incassare un mega assegno da €603.777, frutto di un deal a tre con il cinese Wei Huang e l’ungherese Viktor Katzenberger. Il fatto che il tavolo finale a 6 si sia concluso con un accordo economico a tre, la dice lunga sulla difficoltà e l’impegno profuso in questa ultima giornata di torneo.

Ci vuole tantissima concentrazione. Tutti i partecipanti al final table giocano bene e sanno come metterti pressione“, ha dichiato Loeser a PokerNews prima dell’inizio.

NEIL8664_Manig_Loeser_EPT_MonteCarlo_i2019_Neil-Stoddart-768x512.jpg
Manig Loeser, campione dell'EPT Montecarlo stagione 2019

Non c’è dubbio che il 30enne professionista, specialista di eventi high buy-in, fosse il giocatore più accreditato del final table, insieme al campione WSOP ME 2013, l’americano Ryan Riess. E in effetti i due big internazionali hanno dimostrato di avere una marcia in più sugli altri, soprattutto in termini di gestione dello stack. Eppure Wei Huang e Viktor Katzenberger hanno messo in difficoltà tutti, e di loro sentiremo ancora parlare, superando nel payout lo stesso Ryess, finito 4°. Ma non Manig Loeser che, grazie a questa vittoria, supera il tetto del 10 milioni di dollari vinti in carriera in eventi dal vivo.

Queste sono le posizioni finale e i relativi payout al termine del Day5 (final table):

1° – Manig Loeser, Germany, €603.777 *
2° – Wei Huang, China, €552.056 *
3° – Viktor Katzenberger, Hungary, €529.707 *
4° – Ryan Riess, USA, €265.620
5° – Nicola Grieco, Italy, €206.590
6° – Luis Medina, Portugal, €152.800

ll modo migliore per capire come il torneo sia arrivato a questo conclusione, è ripercorrere insieme la cronaca degli giornata, attraverso gli highlight dei momenti cruciali.

Allo stop del Day4, le posizioni al tavolo e gli stack di partenza sono questi:

Seat 1: Ryan Riess, USA – 3.585.000
Seat 2: Wei Huang, China – 5.690.000
Seat 3: Nicola Grieco, Italy – 7.160.000
Seat 4: Viktor Katzenberger, Hungary, 6.070.000
Seat 5: Manig Loeser, Germany – 4.005.000
Seat 6: Luis Medina, Portugal – 1.105.000

Nicola Grieco, giocatore che definiremmo “vivace” sia con le carte che nell’atteggiamento al tavolo, comincia da chipleader, quando i bui sono 30.000/60.000 ante 60.000. E comincia bene, infilando subito un paio di pot che aumentano il suo vantaggio. Poi però eccede con i bluff e si fa avvicinare Viktor Katzenberger. Chi però scende più di tutti è il portoghese Luis Medina che si trova ben presto a meno di 10bb e costretto a fare azione.

Apre il gioco Manig Loeser a 160.000 da under the gun con [7h][7s], Luis Medina shova all-in le ultime 485.000 con [Ad][3c] e il tedesco snappa. Il board scorre [9d][8h][2c][4c][Th] e il 56enne di Lisbona, pokerista amatoriale, è out al 6° posto, per €152.800, il premio più alto da lui vinto in carriera (180.000 dollari complessivi, prima di questo evento).

b7607779794.jpgLuis Medina

Nella fase 5-handed e attraverso il livello successivo, sale in cattedra l’ungherese – ma residente a Malta, dove gioca regolarmente su PokerStars.com – Viktor Katzenberger che supera Grieco in classifica. Ecco l’azione del sorpasso: apre Nicola Grieco a 200.000 da utg con [Ts][7s], ma incappa nella 3-bet dell’ungherese da cutoff con [Ah][8h]. Call di Grieco. Il flop porta [Kd][Js][7h], sul quale l’italiano check-calla per 380.000 chips. Un turn [Qc] congela l’azione e consente ai due di vedere gratuitamente un [3c] al river. Qui Katzenberger betta 950.000 e, dopo un time bank, ottiene il fold dell’italiano.

All’opposto fa Ryan Riess che si accorcia pericolosamente a 20bb. A questo punto l’americano trova un miracolodo 2up, crackando gli assi di Wei Huang. All-in call preflop con [7d][7c] per Riess e [As][Ah] per il cinese, ma questo board [8d][6s][5s][3s][9c] regala scala al river al campione WSOP.

Alla fortunosa risalita dell’americano, corrisponde la discesa del nostro Grieco che perde chips un po’ contro tutti. Si trova con 1.500.000 chips circa, quando gioca questa mano. Inizia Manig Loeser con 200.000 e [Qs][Jc] in mano. Call di Wei Huang con [Kd][Ts] e di Nicola Grieco che da BB completa con [Qd][2h]. Flop: [7h][6c][4h], che induce tutti al check. Il turn è un [6d] e altro check per tre. Al river scende un [3h]: Grieco spara 400.000 e ottiene il fold di Loeser. Huang invece usa un time bank e alla fine chiama: il suo K-high bluff-catcha Grieco che precipita a 700.000 chips (7bb).

L’italiano riesce però a salvarsi con un 1-2 su Viktor Katzenberger. Nel primo vince con [Ac][Tc] > [Kd][Qs] e board liscio. Nel secondo finisce ai resti preflop con [As][5s] vs coppia di 9 dell’ungherese: un [Ad] al flop e un [Ah] al river riportano Grieco in zona galleggiamento, ovvero 3.400.000 chips.

b7d56ed1119.jpgNicola Grieco (sx) e Viktor Katzenberger (dx) attendono l'esito della mano...


Un po’ di mani dopo, sempre Nicola Grieco incrocia Wei Huang in un classico cooler, a proprio favore: la coppia di Assi dell’italiano ha la meglio su quella di K del cinese e Grieco arriva al secondo posto del chipcount, dietro a Manig Loeser. La situazione, in questo momento, torna ad essere di sostanziale equilibrio, con tutti i giocatori compresi tra i 4,2 milioni e i 7 milioni di chips.

L’equilibrio dura un intero livello, con i giocatori che si scambiano un po’ di chips. Poi, al livello 60.000/120.000 bb ante 120.000, Manig Loeser inizia a prendere vantaggio, con piccoli ma costanti pot vinti. Il torneo potrebbe prendere una piaga definitiva, se non fosse per questo mano che salva Wei Huang e riduce il vantaggio di Loeser. All-in diretto del cinese con [As][2s] e call del tedesco con [Js][Jc]. Il flop [Qs][6d][2c] porta un pezzo favorevole a Huang il quale completa il sorpasso al turn [Ad]. Il river è un [3d] e riporta il torneo di nuovo in parità.

dcd71dd39b.jpgIl verdetto: Wei Huang lo attende con il supporto dell'amico Haoxiang Wang, 
2° all'EPT di Barcellona nel 2018

Segue un altro periodo di stasi, se non fosse per Rian Ryess che, non trovando gioco, scende in fondo al chipcount. Rimasto con 1,4 milioni l’americano pusha con [Ah][9c] ma trova il call di Viktor Katzenberger che lo domina con [As][Kc]. Ryess si salva ancora con un [9s] al flop e poi più nulla. E’ parere di chi scrive che l’ungherese avrebbe meritato qualcosa in più a questo final table.

Rincuorato dal colpo, il campione WSOP 2013, mostra le sue skill con un call alla Stu Ungar. Manig Loeser limpa da small blid con [6s][2h] e Ryan Riess si adegua da BB. Flop: [Jd][9d][8c] ed è check per tutti e due. La stessa action si ripete al turn, un [Jc]. Quando al river il dealer gira un [9h], Loeser punta 1,5 milioni, coprendo lo stack di Riess. L’americano usa un time-bank e chiama con [Ts][2c]. Un call pazzesco!

Prosegue per un’altra ora e mezza continua lo scambio di chips, fino a quest’altra mano. Apre il gioco Nicola Grieco con 500.000 gettoni e trova il call di Wei Huang che difende il BB. Sul flop [9s][5d][3h] l’italiano mette tutte le chips in mezzo (poco meno di 6 milioni) con [6h][5h] ma trova il call – dopo 5 time bank! – del cinese che è avanti con [Ah][5s]. Il resto del board [4s][8d] non cambiano più nulla. Grieco torna a 2 milioni di pezzi. Uscirà poco dopo.

E’ la mano #197 del final table, quando Nicola Grieco va all-in per 1,5 milioni circa con [As][Kh]. “Credo che rischierò” dice Manig Loeser da BB. Il tedesco chiama infatti con [8c][7h] ed è subito fortunato al flop: [8h][7s][3c]. Il turn [Jd] e l'[Ad] sanciscono l’eliminazione di Nicola Grieco – sfortunato in questo spot – al 5° posto. Per il giocatore di Cerignola c’è comunque un payout di 206.950 euro, di gran lunga il più alto importante della sua carriera che ora vale 450.000 dollari.

ba5db7a67ee.jpgQuel momento: Manig Loeser (sx) e Nicola Grieco (dx) nella mano fatale per l'italiano

Poco dopo esce anche Ryan Riess che va ai resti (1.125.000 gettoni) preflop con [Qc][3s] in BvB con Wei Huang. Il cinese chiama con [Jd][6d]. Il flop [Ad][Ah][Qs] consolida il vantaggio del pro americano che subisce tuttavia una pesante bad-beat runner-runner: [Td] al turn e [Kh] al river consegna scala a Huang. Riess esce al 4° posto, per €265.620.

b6c15954101.jpgRyan Riess

Poco fa, parlavamo di Viktor Katzenberger un po’ sfortunato a questo final table. Ebbene, ecco un altro esempio. Apre Loeser con [Ad][5d] da bottone. Chiama Huang con [Ac][Tc] da small blind ma l’ungherese decide di squeezare da BB con [As][2d]. Call solo di Huang. Il flop è perfetto per Katzenberger: [7c][2c][2h], trips che diventa fullhouse al turn [7s]. Ma un improbabile [7h] trasforma un quasi certo 2up, in uno spli pot!

Dopo questa mano passano due ore di sostanziale nulla, o molto poco. Dopo la pausa di 20 minuti, i tre left iniziano a discutere un deal. Anche per questo ci vuole molto tempo, che consuma quasi un’ora del nuovo livello. Alla fine l’accordo viene trovato, in base alla situazione degli stack:

Wei Huang: €552.056
Viktor Katzenberger: €529.707
Manig Loeser: €525.
716

in palio per il vincitore restano €78.061 e il trofeo.

Il deal velocizza il gioco ma ci vuole comunque un altro livello prima di assistere alla “medaglia di bronzo”. Viktor Katzenberger, rimasto con 3bb dopo un coin contro Loeser (coppia di 3 > [Ac][Jc]), finisce ai resti con [Ad][8c], ma trova Huang a riceverlo con [As][Kc]. Board “bianco” e Viktor Katzenberger termina il suo comunque eccezionale ME in 3a posizione (€529.707).

e2c5cf3dbf.jpgWei Huang (sx) si congratula con Viktor Katzenberger (dx)

Inizia il testa-a-testa con il giocatore cinese avanti 17.450.000 a 10.175.000. La sfida è molto equilibrata e dura un intero livello, durante il quale Manig Loeser recupera il vantaggio portandosi a 16.900.000 contro 10.725.000 di Wei Huang. Poi arriva il colpo che non ti aspetti e che risveglia tutti dal torpore ( sono le 04:00 di notte).

Wei Huang apre 1.200.000 con [Ks][8c] e Manig Loeser difende con [Qh][8h]. L’ultimo flop recita [Jd][9c][5s]. Loeser checka e altrettando fa Huang. Il turn è un fantastico – per il tedesco – [Tc]. Loeser esce puntando 1.400.000 ma Huang decide di rilanciare all-in per 8.025.000. Meglio di così non sarebbe potuta andare per Loeser che ovviamente snappa. A questo punto solo una Q avrebbe potuto salvare il giocatore cinese, non certamente l'[Ad] che completa il board e che consegna il titolo e 603.777 euro a Manig Loeser.

Per Wei Huang, 34enne giocatore amatoriale di Shangai che di professione lavora nel settore finance del colosso PepsiCo e ama il calcio (tifoso del team Shanghai Greenland, come da cappellino), arriva una vincita di 552.506 euro. Nonostante il mancato titolo che sarebbe stato il primo per un giocatore cinese, per Huang si tratta di un risultato assolutamente inaspettato (ricordiamo tra l’altro che ha iniziato il Day4 con l’ultimo stack su 30) e che dimostra quanto la Cina stia diventando una superpotenza anche nel poker.

bab5dc0821f.jpg

La nostra copertura del PokerStars and Monte-Carlo®Casino European Poker Tour (EPT) finisce qui. Torneremo a raccontarvi altre emozionanti storie e azioni di gioco live fra circa due mesi, con l’EPT Open di Madrid, in programma dal 22 al 30 giugno. Senza dimenticare le WSOP 2019 in mezzo.

Alla prossima!

Gioca adesso sul sito di poker più grande d’Italia

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti anche...

WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com