Protagonisti dell’online. Dopo SCOOP e Sunday Special, Massimo “Raley90” Banchi affronta il bivio…

CONDIVIDI:

Protagonisti dell’online. Dopo SCOOP e Sunday Special, Massimo “Raley90” Banchi affronta il bivio…

Decisioni. Sono il leitmotiv delle nostre vite, oggi forse più che in passato.

Le incontriamo dietro ad ogni angolo delle strade che percorriamo o di fronte al bivio che spesso blocca i nostri progetti. Scuola, lavoro, sentimenti, amicizie, prima o poi tutto richiede una scelta. Per lo più si tratta di opportunità, anche se al momento magari non ne siamo consapevoli.

Può succedere anche nel poker, in particolare quando un giocatore raggiunge una certa costanza di risultati positivi. A quel punto la domanda sorge spontanea: “Che faccio? Provo a diventate un pro?”

E’ un bivio. Magari non così drastico come altri, visto che è sempre possibile tornare indietro, ma che comunque richiede una decisione.

Raley90“, al secolo Massimo Banchi, è un nickname che spesso ha fatto capolino nei nostri report sui principali tornei di PokerStars.it. Ad esempio, c’è un titolo SCOOP vinto un mese fa nellevento #108, €100 Pot Limit Omaha H/L per un primo premio di €2.325, e soprattutto c’è la vittoria nel Sunday Special “di Pasquetta” del valore di €15.516.

E’ da quasi un anno che Massimo raccoglie risultati positivi sulla piattaforma italiana di Stars e, a fronte di un lavoro stagionale, sta ora valutando di giocare a poker in maniera più “regular”.

Ci ha raccontanto questo suo momento in una recente intervista che vi proponiamo.

1475-blog-450x300-IT.jpg

PokerStars Blog: Ciao “Raley90” e grazie per il tuo tempo. Per cominciare, ci racconti qualcosa di te?

Raley90: Ciao a tutti, mi presento volentieri agli amici di PokerStarsblog.it! Mi chiamo Massimo Banchi, ho 29 anni e sono di Grosseto. Lavoro nel settore del turismo nautico, anche se si tratta di un impegno stagionale. E anche per questo sto facendo alcune considerazioni…

Legate al poker?

Esatto. Sto decidendo se dedicarmi full-time al poker.

Un passo importante e comprensibile. Procediamo però con ordine: da quanto tempo giochi e come hai scoperto il poker?

Ho iniziato con il boom del Texas Hold’em in Italia, diciamo dalla fine del 2007. All’inizio giocavo for fun con gli amici, avevamo comprato la classica valigetta con il set di carte e chips e ci facevamo le partite a casa, spesso guardando le trasmissioni sul poker che andavano in onda in quel periodo (Poker After Dark, le WSOP su Pokeritalia24 etc). Poi ho scoperto l’online e da allora non ho mai smesso, anche se la svolta è arrivata nel 2018.

E’ stata l’annata del “salto”?

Diciamo che dal 2018 ho iniziato a giocare in maniera piuttosto regolare, tranne durante l’estate quando il lavoro mi impegna molto. Da settembre dello scorso anno gioco quasi tutti i giorni. Adesso sto valuntando se impegnarmi ancora di più, fino a fare del poker una professione.

Quali sono le tue preferenze online?

Gioco sia TH che PLO (vedi evento SCOOP), ma sempre e solo in modalità mtt. Come livelli, il mio range va da ABI40 a ABI60.

E del poker live cosa mi dici? Fa parte anche quello del progetto?

Assolutamente sì. In realtà ho già fatto qualche torneo dal vivo, tipo alcuni eventi al Casinò di St. Vincent, il Battle of Malta e l’Italian Poker Open (IPO). Ammetto che nel poker live c’è più atmosfera e il gioco è, a mio avviso, più godibile. Mi piace molto, ma live e online non vanno messi in contrapposizione, perché sono due attività diverse. Il volume di partite che puoi fare nell’online è enorme e se voglio puntare a fare del poker un lavoro, non posso prescindere da quello.

Hai vinto il Sunday Special, il torneo più importante e ricco tra i domenicali di PokerStars. Quali sono le tue sensazioni nel post-vittoria e come hai festeggiato o festeggerai la vittoria?

Ovviamente sono molto felice anche se non ho festeggiato, sono rimasto sveglio – forse a causa dell’adrenalina ancora in circolo – e ho continuato a dare un occhio all’azione sulla piattaforma!

Come si è svolto il tuo torneo? Ci sono state delle mani che ritieni siano state decisive?

Il Day1 è stato piuttosto standard. Credo di aver gestito bene la fase finale, sfruttando la paura di alcuni avversari meno esperti piazzando qualche buona 3-bet. In questo modo ho accumulato chips con piatti uncontested. Ho iniziato il Day2 dalla 13ma posizione del chipcount, con circa 50bb. Poi ho perso alcuni colpi e sono sceso a 15bb. Qui è arrivata la prima svolta. Siamo agli ultimi due tavoli, apre un giocatore – che reputo occasionale – da utg a 3x, io trovo [Tx][Tx] e da late metto tutto in mezzo. L’original raiser chiama con [Jx][Jx]: provvidenziale [Tx] al turn e faccio 2up. Resisto e accedo al final table e qui arriva un’altra mano importante. Va detto che al tavolo ci sono buoni giocatori e anche due regular, Alessio “AleAsto2” Astone e Michele “smaikol93” Guerrini. A 5 left un giocatore che non conosco 3-betta all-in per uno stack pari al mio, 50x circa. Io ho [Kx][Kx] e snappo. Lui mostra [Ax][Jx], i Kappa reggono e io volo a 2,5 milioni. Da quel momento in poi fila tutto liscio fino alla fine.

€15.561 sono un bel premio di questi tempi. Come utilizzerai i soldi vinti? Una parte li destinerai a progetti legati al poker (online, eventi live, altro)?

Sì, sono un bel premio. Non ho ancora un piano preciso, ma credo che qualcosa lo investirò sicuramente in trasferte live.

Cosa ne pensi delle serie di PokerStars.it?

Sono il momento migliore dell’anno! Ci sono tanti eventi, la maggior parte sono molto belli e hanno premi davvero unici.

Infine, toglimi una curiosità: sei un appassionato di NBA?

(Ride). Immagino tu ti riferisca al mio nick “Raley90” e all’immagine collegata (lo storico allenatore dei Los Angeles Lakers, Pat Raley, ndr). In realtà si tratta di un… misclick: al momento della registrazione su PokerStars.it il mio nome avrebbe dovuto essere Riley, cioè quello di un personaggio (un pastore tedesco, ndr) del videogioco Call of Duty: Ghosts, del quale sono un grande appassionato. Alla fine, però, anche con la “a” mi va bene perché la passione per il basket scorre forte nella mia famiglia: mio padre ha giocato per molto tempo a un buon livello e mio zio ancora oggi allena una squadra!

Call-of-Duty-Ghosts-Riley.jpg

Allora grazie per il tuo tempo “Raley90” e… al prossimo centro!

Grazie a voi per l’intervista, chissà che mi porti fortuna!

Gioca adesso sul sito di poker più grande d’Italia

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti anche...

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com